parallax background

L’inganno perfetto, un thriller per pensionati (senza offesa)

Maggio 29, 2020

Quello che sto cercando di dire è che si tratta di un film piacevole da vedere comodamente sul divano, ma non vi aspettate il nuovo capolavoro del thriller! Oddio, forse se siete over 70 per voi lo sarà.

Regista: Bill Condon; Anno: 2019; Genere: thriller, drammatico; Durata: 110 min; Attori principali: Helen Mirren, Ian McKellen, Russel Tovey, Jim Carter

*Spoiler Alert. O forse no..non lo so!


Premetto che sono fan accanita del genere thriller/giallo e che amo e rispetto profondamente la coppia Mirren/McKellen come attori e perché no, anche come esseri umani (dove bisogna firmare per arrivare a 80 anni suonati ed essere ancora così fighi?).


La storia, tratta dall’omonimo romanzo di Nicholas Searle, parte piuttosto bene: Betty e Roy, due single over 70, sono entrambi iscritti ad un sito di incontri dove fanno la conoscenza l’uno dell’altra e decidono di incontrarsi per un appuntamento a cena. Lei classica signora molto british e benestante, lui un vero galantuomo e...truffatore professionista!
Insieme per la prima volta sullo schermo, i due protagonisti mostrano tutto il loro talento ed esperienza, infondendo una sorta di sicurezza nello spettatore che fa pensare “bene...questo film non sarà tempo perso!”


Però (si mi dispiace, c'è un però!), le mie aspettative sono state tradite. La trama infatti, seppur carina, è qualcosa di visto e stravisto. Già dal minuto 3:00 avevo capito dove si andava a parare e non perché io sia particolarmente perspicace, ma perché te lo aspetti! È ovvio che la situazione presentata inizialmente non potrà corrispondere a realtà, perciò lo spettatore mette in conto sin dal principio che ci sarà un colpo di scena. E qual è la prima cosa che pensa?? Che i ruoli dei due protagonisti potrebbero essere totalmente invertiti...e infatti dopo un’ora di film ne ha la conferma.


Ora, non sto capendo neanche io se vi sto spoilerando l’intero film o se sto solamente dicendo cose sconclusionate tra me e me. E voi in realtà non state capendo nulla!


In sintesi, quello che sto cercando di dire è che si tratta di un film piacevole da vedere comodamente sul divano, ma non vi aspettate il nuovo capolavoro del thriller! Oddio, forse se siete over 70 per voi lo sarà. Perché, senza voler discriminare nessuno (ripeto: i due protagonisti sono davvero super) però pare proprio che il tutto sia stato concepito per uno specifico target di persone: i pensionati.
Ad un certo punto, sono anche arrivata a pensare che magari poteva trattarsi di una storia autobiografica.
Ebbene, ho cercato “Nicholas Searle” su Google e purtroppo non ho trovato molto, dopotutto questo è il suo primo romanzo. Comunque dalle foto non sembra affatto over 80 e lo stesso vale per “Bill Condon”, che ha appena 65 anni.

Non so, forse sono stati i rimandi al nazismo e alla Seconda guerra mondiale a portarmi fuori strada!
Oppure la mia è solo un po’ di sana invidia perché sinceramente, una vecchiaia del genere me la sogno!


Comunque il film vedetelo, è carino. E Helen Mirren e Ian McKellen sono due fighi pazzeschi (che per caso l’ho già detto???)

Immagini © Warner Bros

Il voto di Ilaria

6/10

Dai un'occhiata alla classifica del CFC per scoprire la nostra Top TEN!

Leggi le altre recensioni del Club


Maggio 28, 2020

Ricomincio da me, semplice e un po’ banale.

Giugno 29, 2019

La ragazza nella nebbia: ogni tanto le previsioni ci prendono.

Giugno 25, 2019

Gone Baby Gone: quando il troppo…stroppia!

Aprile 5, 2020
Ivan Massague ed Emilio Buale ne il Buco

Il Buco. Un posto non adatto a chi piace leggere i libri. O forse sì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *